Chi sono

Genitore, consumatore e alla fine assaggiatore perche è questa la mia scala di valori nei quali credo fortemente e che cerco di trasmettere con il mio lavoro”.

Sono Piero Palanti, assaggiatore da più di vent’anni.

Ricordo ancora quella serata al mio primo corso sull’olio extravergine dove un semplice assaggio mi ha fatto rivivere ricordi ed emozioni della mia infanzia, il ricordo di mio padre e di come trattava l’olio a casa.

Da quel giorno l’olio extravergine è diventato la mia passione, la mia macchina del tempo che mi permette di rivivere il passato, assaporare il presente e creare il mio futuro.

Assaggiatore ufficiale dal 2003; dopo un percorso di crescita passato dal vino, al formaggio, ai salumi e all’acqua, decido di perfezionarmi nel mondo dell’olio extravergine e dopo dieci anni di assaggi in guide e panel specializzati, creo una guida on line gratuita per il consumatore, la Guida Extravoglio, attraverso la quale, con tanta passione, unendo anche l’amore per la cucina, faccio comunicazione, consulenze alla ristorazione, corsi e serate sul mondo dell’olio.

Ho dovuto però dare la mia impronta al mio lavoro ed oggi come genitore, consumatore e assaggiatore mi sento responsabile delle mie scelte e lo faccio in modo rigoroso!

 Del resto l’olio non mente, quindi, perché dovrei farlo io?

Sono prima di tutto un genitore e oltre a indirizzare ed educare mia figlia devo essere di esempio, sono un consumatore e devo fare scelte consapevoli che siano le migliori possibili e alla fine, seguendo l’ordine, sono una assaggiatore, quindi dal punto di vista professionale non posso fare compromessi, quello che assaggio è quello che racconto, nel bene e nel male.

L’olio extravergine è sincero, semplice ed intuitivo, è un succo di frutta, piacevole all’olfatto e al palato riconducibile al frutto (cultivar) di provenienza.

Ho una scala di valori personali che indissolubilmente accompagnano la mia professionalità.

La formazione, l’emancipazione e la conoscenza del consumatore, sono la priorità del lavoro di Extravoglio.